Regenevate

Regenevate

Le pratiche contemporanee di utilizzo del suolo e l’agricoltura industriale, come l’uso di macchinari pesanti, fertilizzanti e pesticidi per la coltivazione della maggior parte del nostro cibo, delle fibre e dei combustibili, stanno influenzando l’ecosistema del nostro pianeta e le colture, generalmente attraverso la perdita di suolo superficiale, la perdita di biodiversità, la desertificazione, la distruzione degli habitat e l’inquinamento dell’aria e dell’acqua. Ciò danneggia la fertilità e la ricchezza del suolo nelle terre coltivate.

La maggior parte delle terre agricole presenta livelli di materia organica nel suolo molto più bassi rispetto al passato, a causa di pratiche di gestione del suolo degenerative. Le statistiche indicano che entro 50 anni potrebbe non esserci abbastanza suolo per coltivare il cibo necessario a nutrire il mondo.

A differenza dell’agricoltura degenerativa, l’agricoltura rigenerativa contribuisce al miglioramento dell’ecosistema con le sue applicazioni.

L’agricoltura rigenerativa consiste in pratiche agricole olistiche che mirano a migliorare la salute del suolo contribuendo alla biodiversità, aumentando l’efficienza del ciclo dell’acqua e la quantità di materia organica nella struttura del suolo, e migliorando la qualità dell’aria fornendo un flusso di carbonio dall’atmosfera al suolo.

In presenza di pratiche di agricoltura rigenerativa, oltre a ridurre gli effetti negativi rispetto alle pratiche standard di uso del suolo e agricoltura industriale, è possibile aumentare la fertilità del suolo e contribuire alla risoluzione della crisi climatica.

Regenevate è un programma creato da USB Certification per la valutazione delle pratiche di agricoltura rigenerativa.

×