Sustainable Fiber Alliance – Lo Standard di Lavorazione delle Fibre Pulite diventerà obbligatorio

Dal 1° novembre 2024, tutti gli impianti industriali che lavano e/o depilano il cashmere “certificato SFA” e che mirano a ottenere o mantenere la certificazione secondo i requisiti dello Standard di Tracciabilità della SFA, devono essere certificati anche secondo lo Standard di Lavorazione delle Fibre Pulite della SFA.

Lo Standard di Lavorazione delle Fibre Pulite stabilisce regole per gli impianti di prima fase che lavano (scour) e depilano il cashmere grezzo. Questi requisiti si concentrano sulla riduzione e l’eliminazione di sostanze chimiche nocive come gli APEO, sull’uso efficiente di energia e acqua e sull’assicurazione di ambienti di lavoro sicuri e equi.

Questo standard può essere applicato agli impianti che smistano, preparano, lavano e/o depilano le fibre di cashmere, insieme agli elementi ambientali, sociali e della catena di fornitura che accompagnano queste operazioni. È suddiviso in diverse unità per ciascuno di questi processi e gli impianti di lavorazione devono ottenere la conformità in tutte le unità pertinenti alla loro funzione.

Subscribe

* indicates required
Preferred Language / Tercih Edilen Dil
Sectors of Interest / İlgilenilen Sektörler
×